SPUMANTI
  CHAMPAGNE
  VINI BIANCHI
  VINI ROSATI
  VINI ROSSI
  BOTTIGLIE MAXI SCONTO
  VINI BIANCHI INTERNAZIONALI
  VINI ROSSI INTERNAZIONALI
  VINI DA DESSERT
  PORTO
  VINI SHERRY
  VINI AROMATIZZATI
  VINI LIQUOROSI
  GRAPPE - LIQUORI - DISTILLATI
  COGNAC
  WHISKY
  CALVADOS
  BAS ARMAGNAC - ARMAGNAC
  RHUM - RUM - RON
  BRANDY
  VODKA
  BIRRE
  TORRONI GAROFALO
  CAFFE' - MIELE
  MARMELLATE
  POMODORI - SOTTOLI
  OLIO - ACETO
  BEVANDE ALLA FRUTTA
  PROMOZIONI
 
Normativa Privacy
 
Identità del fornitore
 
Spedizioni e pagamento
 
Diritto di recesso
 
Responsabilità
 
Recupero o cancellazione dati
 

VINI ROSSI > PIEMONTE > SCAVINO PAOLO > PRODOTTI


BARBERA D'ALBA 1998 AFFINATA IN CARATI DOC SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Barbera d’Alba Denominazione: Barbera d’Alba Classificazione: DOC Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco), La Morra 1° anno di produzione: 1988 Superficie vigneto: 1,0500 ha Varietà e percentuali: Barbera 100 % Nel 1988 la famiglia Scavino ha provato, perché di prova si trattava, ad elevare il Barbera in carati, nelle barrique di rovere francese che da poco si erano affacciate nelle Langhe. Ne è uscito un vino importante, speziato, stupefacente, estremamente pulito. Guai a tornare indietro. Barbera d’Alba affinato in carati Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc, nel crü FIASCO, geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. La porzione di questo vigneto nella quale è coltivata la Barbera (anno d'impianto 1945; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.) ha una percentuale di arenaria compressa con una componente di sabbie gialle, rosse e marrone scuro mischiata al limo. Nel paese di La Morra c'è un altro vigneto (anno d'impianto 1992; esposizione est; altitudine 210 m s.l.m.) con un suolo mediamente strutturato. Vinificazione: la fermentazione alcolica a bassa temperatura ed eventualmente la fermentazione malolattica vengono svolte per entrambe le varietà, Chardonnay e Sauvignon b., in acciaio inox. La stabilizzazione dei vini avviene in modo naturale sfruttando le basse temperature invernali; segue l'affinamento di 6 mesi in acciaio inox prima dell'imbottigliamento. N° bottiglie per anno: 5300 Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 55 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOC BARBERA D'ALBA
Piemonte
BARBERA
1998
75 CL.
14°
Prezzo iva inclusa € 26,35  € 24,35


BAROLO 1993 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
2 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
1993
75 CL.
13,5°
Prezzo iva inclusa € 60,59  € 55,51


BAROLO 1993 DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Barolo Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Vignolo), Barolo (Vignane, Via Nuova) 1° anno di produzione: 1921 Superficie vigneto: 3,5000 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100 % Qui c’è tutta la filosofia dell’azienda Paolo Scavino. Una bottiglia che è un biglietto da visita e racchiude le uve di vigneti di gran pregio, ma in porzioni troppo piccole per essere vinificate separatamente: Vignolo a Castiglione Falletto, Vignane e Via Nuova a Barolo. Barolo Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: questo Barolo è prodotto con uve provenienti da tre comuni: Castiglione Falletto, La morra e Barolo. Nel comune di Castiglione Falletto è ubicato il vigneto VIGNOLO nella zona alta coltivato a Nebbiolo (270 m), esposto sud-ovest, impiantato nel 1960. In Barolo due i vigneti: VIGNANE (anno d'impianto 1994-1998; esposizione ovest; altitudine 300 m s.l.m.) che è un consolidato crü storico e VIA NUOVA (anno d'impianto 1940; esposizione est; altitudine 300 m s.l.m.) un'importante e vocata area per la coltivazione del Nebbiolo da Barolo, un tempo proprietà dell’ex presidente della repubblica Luigi Einaudi. Affianco ai menzionai crü in La Morra, un vigneto all’altezza 210 m esposto sud-est con terreno di medio impasto. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18000 Estratto secco: 29,2 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
2 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
1993
75 CL.
13,5°
Prezzo iva inclusa € 46,02  € 42,15


BAROLO 1996 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG SCAVINO PAOLO
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
3 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
1996
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 120,10  € 110,01


BAROLO 1998 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
1 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
1998
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 64,10  € 58,72


BAROLO 1998 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG SCAVINO PAOLO
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
5 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
1988
75 CL.
14°
Prezzo iva inclusa € 110,32  € 101,06


BAROLO 2000 DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Vignolo), Barolo (Vignane, Via Nuova) 1° anno di produzione: 1921 Superficie vigneto: 3,5000 ha Qui c’è tutta la filosofia dell’azienda Paolo Scavino. Una bottiglia che è un biglietto da visita e racchiude le uve di vigneti di gran pregio, ma in porzioni troppo piccole per essere vinificate separatamente: Vignolo a Castiglione Falletto, Vignane e Via Nuova a Barolo. Barolo Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: questo Barolo è prodotto con uve provenienti da tre comuni: Castiglione Falletto, La morra e Barolo. Nel comune di Castiglione Falletto è ubicato il vigneto VIGNOLO nella zona alta coltivato a Nebbiolo (270 m), esposto sud-ovest, impiantato nel 1960. In Barolo due i vigneti: VIGNANE (anno d'impianto 1994-1998; esposizione ovest; altitudine 300 m s.l.m.) che è un consolidato crü storico e VIA NUOVA (anno d'impianto 1940; esposizione est; altitudine 300 m s.l.m.) un'importante e vocata area per la coltivazione del Nebbiolo da Barolo, un tempo proprietà dell’ex presidente della repubblica Luigi Einaudi. Affianco ai menzionai crü in La Morra, un vigneto all’altezza 210 m esposto sud-est con terreno di medio impasto. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18'000 Estratto secco: 29,2 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2000
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 58,16  € 53,27


BAROLO 2001 DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Vignolo), Barolo (Vignane, Via Nuova) 1° anno di produzione: 1921 Superficie vigneto: 3,5000 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100 % Qui c’è tutta la filosofia dell’azienda Paolo Scavino. Una bottiglia che è un biglietto da visita e racchiude le uve di vigneti di gran pregio, ma in porzioni troppo piccole per essere vinificate separatamente: Vignolo a Castiglione Falletto, Vignane e Via Nuova a Barolo. Barolo Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: questo Barolo è prodotto con uve provenienti da tre comuni: Castiglione Falletto, La morra e Barolo. Nel comune di Castiglione Falletto è ubicato il vigneto VIGNOLO nella zona alta coltivato a Nebbiolo (270 m), esposto sud-ovest, impiantato nel 1960. In Barolo due i vigneti: VIGNANE (anno d'impianto 1994-1998; esposizione ovest; altitudine 300 m s.l.m.) che è un consolidato crü storico e VIA NUOVA (anno d'impianto 1940; esposizione est; altitudine 300 m s.l.m.) un'importante e vocata area per la coltivazione del Nebbiolo da Barolo, un tempo proprietà dell’ex presidente della repubblica Luigi Einaudi. Affianco ai menzionai crü in La Morra, un vigneto all’altezza 210 m esposto sud-est con terreno di medio impasto. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18'000 tratto secco: 29,2 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2001
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 60,52  € 55,44


BAROLO 2001 RISERVA MAGNUM ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 2500 Annata: 2001 Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

 
 
VINI ROSSI
2 disponibilità
BAROLO DOCG
Piemonte
NEBBIOLO
2001
150 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 223,22  € 204,47


BAROLO 2003 BRICCO AMBROGIO DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: Roddi (Bricco Ambrogio) 1° anno di produzione: 2002 Superficie vigneto: 4,2700 ha Roddi è il meno noto dei comuni del Barolo. Qui c’era l’università dei cani da tartufo. Bricco Ambrogio è uno splendido cru quasi sconosciuto. Su questo vigneto, acquisito di recente, la famiglia Scavino ha scommesso persino nella faticosa annata 2002. Il risultato: sorprendente. Barolo “Bricco Ambrogio” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: questo barolo proviene da un vigneto denominato BRICCO AMBROGIO ubicato nel comune di Roddi interamente coltivato a Nebbiolo da Barolo (anno d'impianto 1965-1970-1972-1977-1999-2002; esposizione sud-ovest; altitudine 250-280 m s.l.m.). Il suolo è prevalentemente composto da marne di colore variante dal bianco grigiastro al bluastro, contenenti calcare. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 6000 Estratto secco: 29,9 g/L Acidità: 5,5 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2003
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 48,73  € 44,64


BAROLO 2003 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 2500 Annata: 2001 Alcol: 14,5% Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
12 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2003
75 CL.
Prezzo iva inclusa € 108,47  € 99,36


BAROLO 2004 CAROBRIC DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Carobric® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Barolo (Cannubi), Castiglione Falletto (Rocche di Castiglione, Bric dël Fiasc) 1° anno di produzione: 1996 Superficie vigneto: 3,3400 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Tre grandi tenori fanno ben più di un coro. Questo Barolo è ottenuto dall’assemblaggio di tre importanti crü coltivati dall’azienda Paolo Scavino: Rocche di Castiglione, e Fiasco a Castiglione Falletto e il mitico Cannubi di Barolo. Ne esce uno dei vini più affascinanti e sensuali dell’azienda. Barolo “Carobric®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: le ROCCHE DI CASTIGLIONE (anno d'impianto 1970; esposizione sud-ovest; altitudine 300 m s.l.m.) sono localizzate nella parte più alta di Castiglione Falletto dove il suolo è l'arenaria di Diano d'Alba. Si tratta di sabbia grigio-bruna o giallastra mista a marna argilloso-sabbiosa. Questo tipo di suolo è ben drenato, magro e sciolto; si tratta di prerogative importantissime al fine di produrre vini eleganti e complessi. Infatti le radici sono obbligate ad espandersi in profondità per cercare acqua ed elementi nutritivi, favorendo così una spiccata caratterizzazione del vino. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18000 Annata: 2003 Alcol: 14,5% Estratto secco: 29 g/L Acidità: 5,5 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2004
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 70,74  € 64,80


BAROLO 2004 MAGNUM CAROBRIC DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Carobric® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Barolo (Cannubi), Castiglione Falletto (Rocche di Castiglione, Bric dël Fiasc) 1° anno di produzione: 1996 Superficie vigneto: 3,3400 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Tre grandi tenori fanno ben più di un coro. Questo Barolo è ottenuto dall’assemblaggio di tre importanti crü coltivati dall’azienda Paolo Scavino: Rocche di Castiglione, e Fiasco a Castiglione Falletto e il mitico Cannubi di Barolo. Ne esce uno dei vini più affascinanti e sensuali dell’azienda. Barolo “Carobric®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: le ROCCHE DI CASTIGLIONE (anno d'impianto 1970; esposizione sud-ovest; altitudine 300 m s.l.m.) sono localizzate nella parte più alta di Castiglione Falletto dove il suolo è l'arenaria di Diano d'Alba. Si tratta di sabbia grigio-bruna o giallastra mista a marna argilloso-sabbiosa. Questo tipo di suolo è ben drenato, magro e sciolto; si tratta di prerogative importantissime al fine di produrre vini eleganti e complessi. Infatti le radici sono obbligate ad espandersi in profondità per cercare acqua ed elementi nutritivi, favorendo così una spiccata caratterizzazione del vino. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18000 Annata: 2003 Alcol: 14,5% Estratto secco: 29 g/L Acidità: 5,5 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
1 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2004
150 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 147,77  € 135,36


BAROLO 2004 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG SCAVINO PAOLO
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 2500 Annata: 2001 Alcol: 14,5% Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
5 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2004
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 117,90  € 107,99


BAROLO 2005 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2005
75 CL.
Prezzo iva inclusa € 70,74  € 64,80


BAROLO 2005 BRICCO AMBROGIO DOCG SCAVINO PAOLO
 
Area di Produzione, crü: Roddi (Bricco Ambrogio) 1° anno di produzione: 2002 Superficie vigneto: 4,2700 ha Roddi è il meno noto dei comuni del Barolo. Qui c’era l’università dei cani da tartufo. Bricco Ambrogio è uno splendido cru quasi sconosciuto. Su questo vigneto, acquisito di recente, la famiglia Scavino ha scommesso persino nella faticosa annata 2002. Il risultato: sorprendente. Barolo “Bricco Ambrogio” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: questo barolo proviene da un vigneto denominato BRICCO AMBROGIO ubicato nel comune di Roddi interamente coltivato a Nebbiolo da Barolo (anno d'impianto 1965-1970-1972-1977-1999-2002; esposizione sud-ovest; altitudine 250-280 m s.l.m.). Il suolo è prevalentemente composto da marne di colore variante dal bianco grigiastro al bluastro, contenenti calcare. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 6000 Estratto secco: 29,9 g/L Acidità: 5,5 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2005
75 CL.
Prezzo iva inclusa € 53,44  € 48,96


BAROLO 2005 CAROBRIC DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Carobric® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Barolo (Cannubi), Castiglione Falletto (Rocche di Castiglione, Bric dël Fiasc) 1° anno di produzione: 1996 Superficie vigneto: 3,3400 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Tre grandi tenori fanno ben più di un coro. Questo Barolo è ottenuto dall’assemblaggio di tre importanti crü coltivati dall’azienda Paolo Scavino: Rocche di Castiglione, e Fiasco a Castiglione Falletto e il mitico Cannubi di Barolo. Ne esce uno dei vini più affascinanti e sensuali dell’azienda. Barolo “Carobric®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: le ROCCHE DI CASTIGLIONE (anno d'impianto 1970; esposizione sud-ovest; altitudine 300 m s.l.m.) sono localizzate nella parte più alta di Castiglione Falletto dove il suolo è l'arenaria di Diano d'Alba. Si tratta di sabbia grigio-bruna o giallastra mista a marna argilloso-sabbiosa. Questo tipo di suolo è ben drenato, magro e sciolto; si tratta di prerogative importantissime al fine di produrre vini eleganti e complessi. Infatti le radici sono obbligate ad espandersi in profondità per cercare acqua ed elementi nutritivi, favorendo così una spiccata caratterizzazione del vino. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 18000 Estratto secco: 29 g/L Acidità: 5,5 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2005
75 CL.
Prezzo iva inclusa € 70,74  € 64,80


BAROLO 2005 MAGNUM BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
2 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2005
150 CL.
Prezzo iva inclusa € 147,76  € 135,36


BAROLO 2006 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

TRE BICCHIERI GAMBERO ROSSO 2011 
VINI ROSSI
12 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2006
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 70,74  € 64,79


BAROLO 2006 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG PAOLO SCAVINO
Area di Produzione, crü: La Morra (Rocche dell'Annunziata) 1° anno di produzione: 1990 Superficie vigneto: 0,4648 ha Se il Bric del Fiasc è il re delle cantine Paolo Scavino, Rocche dell’Annunziata è la regina: una riserva sempre di grande eleganza, avvolgente, complesso, finissimo, frutto di vigne vecchie mantenute con cocciutaggine contadina, carezzevole come un profumo di rosa appassita. Barolo “Rocche dell’Annunziata” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto ROCCHE DELL'ANNUNZIATA (anno d'impianto 1942; esposizione sud; altitudine 310 m s.l.m.), geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie alternata a strati di sabbia. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 24 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. Estratto secco: 28,8 g/L Acidità: 6,2 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2006
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 129,97  € 119,06


BAROLO 2007 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO
 
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2007
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 71,32  € 65,33


BAROLO 2007 CANNUBI DOCG SCAVINO
 
 
Dettagli

VINI ROSSI
3 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2007
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 71,32  € 65,33


BAROLO 2008 MONVIGLIERO DOCG SCAVINO
 
 
Dettagli

TRE BICCHIERI GAMBERO ROSSO 2013 
VINI ROSSI
3 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2008
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 53,89  € 49,36


BAROLO 2008 RISERVA ROCCHE DELL'ANNUNZIATA DOCG PAOLO SCAVINO
 
 
Dettagli

TRE BICCHIERI GAMBERO ROSSO 2015 
VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2008
75 CL.
14°
Prezzo iva inclusa € 127,85  € 117,12


BAROLO 2009 BRIC DEL FIASC DOCG SCAVINO PAOLO
Nome del vino: Bric dël Fiasc® Denominazione: Barolo Classificazione: DOCG Area di Produzione, crü: Castiglione Falletto (Fiasco) 1° anno di produzione: 1978 Superficie vigneto: 1,6300 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 100% Da questo vigneto, dal Fiasco, comincia la storia moderna della famiglia Scavino. Qui le uve di Nebbiolo erano sempre le migliori: così nel 1978 il giovane Enrico convince papà Paolo a vinificarle da sole. È nato così il primo cru, ancora oggi il più amato. L’austero ed affascinante re di casa Scavino. Barolo “Bric dël Fiasc®” Tipo di suolo, esposizione e altitudine, anno d'impianto: il terreno su cui giace il vigneto del Fiasc (anno d'impianto 1938-1979-1984; esposizione sud-ovest; altitudine 260 m s.l.m.), nel crü FIASCO geologicamente fa parte della formazione tortoniana delle Marne di Sant’Agata fossili conosciute localmente con il temine töv. Si tratta di marna e marna argillo-siltosa grigia, talora azzurrognola, grigio-biancastra in superficie. Tuttavia il suolo in questa vigna è abbastanza vario e in alcune parcelle ci sono strati di sabbia grigio-giallastri intercalati da porzioni di argilla. Vinificazione: la macerazione di durata variabile e la fermentazione alcolica avvengono a temperatura controllata in acciaio inox. Successivamente la fermentazione malolattica si svolge in barrique. Seguono 12 mesi di affinamento in barriques di legno francese e 12 mesi in fusti più grandi sempre di rovere francese. Dopo l'assemblaggio nelle vasche d'acciaio inox, il barolo viene imbottigliato 6/7 mesi prima della commercializzazione. N° bottiglie per anno: 8800 Estratto secco: 29,7 g/L Acidità: 5,6 g/L Resa in uva: 50 q/ha
 
Dettagli

TRE BICCHIERI GAMBERO ROSSO 2014 
VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2009
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 71,91  € 65,87


BAROLO 2009 MONVIGLIERO DOCG SCAVINO
 
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2009
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 55,47  € 50,82


BAROLO 2010 BRIC DEL FIASC DOCG PAOLO SCAVINO
 
Dettagli

VINI ROSSI
1 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2010
75 CL.
14°
Prezzo iva inclusa € 71,91  € 65,87


BAROLO 2010 CANNUBI DOCG PAOLO SCAVINO
 
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2010
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 71,92  € 65,87


BAROLO 2010 CAROBRIC DOCG PAOLO SCAVINO
 
 
Dettagli

VINI ROSSI
3 disponibilità
DOCG BAROLO
Piemonte
NEBBIOLO
2010
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 71,92  € 65,87


LANGHE 1998 CORALE DOC SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Corale® Denominazione: Langhe Classificazione: DOC Area di Produzione, crü: Barolo, Castiglione Falletto, La Morra 1° anno di produzione: 1994 Superficie vigneto: 0,9700 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 60%, Barbera 30%, Cabernet s. 10% È un vino che è nato per far conoscere i profumi delle Langhe anche a chi è abituato al cosiddetto gusto internazionale. Non è un compromesso, non sarebbe nello stile Scavino, ma un vino più semplice, da capire al primo sorso, un uvaggio di Nebbiolo, Barbera e Cabernet Sauvignon, d’impronta assolutamente piemontese. Corale® Vinificazione: la macerazione e la fermentazione alcolica si svolgono a temperatura controllata in acciaio inox mentre le fermentazione malolattica si svolge successivamente in barriques. In seguito alla stabilizzazione naturale al freddo avviene l'affinamento di 12 mesi in barrique di rovere francese ed altri 8 mesi in botti, sempre di rovere francese, per essere poi imbottigliato e commercializzato. N° bottiglie per anno: 6500 Annata: 2006 Alcol: 14% Estratto secco: 18,6 g/L Acidità: 6 g/L Resa in uva: 60 q/ha N° bottiglie per anno: 5000 Estratto secco: 29,3 g/L Acidità: 5,7 g/L Resa in uva: 55 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOC LANGHE
Piemonte
NEBBIOLO 60%-BARBERA 30%-CABERNET SAUVIGNON 10%
1998
75 CL.
14°
Prezzo iva inclusa € 35,86


LANGHE 1999 CORALE DOC SCAVINO PAOLO
 
Nome del vino: Corale® Denominazione: Langhe Classificazione: DOC Area di Produzione, crü: Barolo, Castiglione Falletto, La Morra 1° anno di produzione: 1994 Superficie vigneto: 0,9700 ha Varietà e percentuali: Nebbiolo 60%, Barbera 30%, Cabernet s. 10% È un vino che è nato per far conoscere i profumi delle Langhe anche a chi è abituato al cosiddetto gusto internazionale. Non è un compromesso, non sarebbe nello stile Scavino, ma un vino più semplice, da capire al primo sorso, un uvaggio di Nebbiolo, Barbera e Cabernet Sauvignon, d’impronta assolutamente piemontese. Corale® Vinificazione: la macerazione e la fermentazione alcolica si svolgono a temperatura controllata in acciaio inox mentre le fermentazione malolattica si svolge successivamente in barriques. In seguito alla stabilizzazione naturale al freddo avviene l'affinamento di 12 mesi in barrique di rovere francese ed altri 8 mesi in botti, sempre di rovere francese, per essere poi imbottigliato e commercializzato. N° bottiglie per anno: 6500 Annata: 2006 Alcol: 14% Estratto secco: 18,6 g/L Acidità: 6 g/L Resa in uva: 60 q/ha N° bottiglie per anno: 5000 Annata: 2004 Alcol: 14,5% Estratto secco: 29,3 g/L Acidità: 5,7 g/L Resa in uva: 55 q/ha
 
Dettagli

VINI ROSSI
6 disponibilità
DOC LANGHE
Piemonte
NEBBIOLO 60%-BARBERA 30%-CABERNET SAUVIGNON 10%
1999
75 CL.
14,5°
Prezzo iva inclusa € 37,01





Inserisci chiave di ricerca

 
BIRRA AMBREE ST.THOMAS
FIANO DI AVELLINO 2008 DOCG ROMANO CLELIA COLLI DI LAPIO
RON ZACAPA CENTENARIO 23 ANNI ETIQUETA NEGRA SOLERA GRAN RESERVA ASTUCCIATO
SPUMANTE ALTEMASI 2005 BRUT DOC CAVIT
CASTEL DEL MONTE 2008 RISERVA VIGNA PEDALE DOC TORREVENTO
RON ZACAPA CENTENARIO XO 25 ANNI ASTUCCIATO
TERRA DI LAVORO 2008 IGT GALARDI

Inserisci chiave di ricerca

Nel caso un prezzo sia stato pubblicato per errore in maniera non corretta, GarofaloWine si riserva il diritto di rinunciare alla vendita.
I prezzi indicati in questo sito sono validi solo per gli acquisti effettuati on line mentre possono subire delle variazioni nel nostro Punto Vendita.