SPUMANTI
  SPUMANTI INTERNAZIONALI
  CHAMPAGNE
  VINI BIANCHI
  VINI BIANCHI INTERNAZIONALI
  VINI ROSE'
  VINI ROSE' INTERNAZIONALI
  VINI ROSSI
  VINI ROSSI INTERNAZIONALI
  BOTTIGLIE MAXI SCONTO
  VINI DA DESSERT
  PORTO
  VINI SHERRY
  VERMOUTH
  VINI AROMATIZZATI
  VINI LIQUOROSI
  GRAPPE - LIQUORI - DISTILLATI
  COGNAC
  WHISKY
  CALVADOS
  BAS ARMAGNAC - ARMAGNAC
  RHUM - RUM - RON
  BRANDY
  VODKA
  BIRRE
  TORRONI GAROFALO
  CAFFE' - MIELE
  MARMELLATE
  SOTTOLI
  OLIO - ACETO
  BEVANDE ALLA FRUTTA
  PROMOZIONI
 
Normativa Privacy
 
Identità del fornitore
 
Spedizioni e pagamento
 
Diritto di recesso
 
Responsabilità
 
Recupero o cancellazione dati
 

CHAMPAGNE > JACQUESSON > PRODOTTI


CHAMPAGNE CUVEE N° 742 EXTRA BRUT ASTUCCIATO JACQUESSON
 
Dal 1798 questa Maison porta il nome del suo fondatore. Fin dall'inizio il commercio fu prospero, grazie alla qualità dei vini elaborati. Lo Champagne Jacquesson fu il preferito da Napoleone, e nel 1810 l'Imperatore a seguito di una sua visita diede il più alto riconoscimento dell'epoca per un'impresa commerciale, una medaglia d'oro per "la Beauté et la Richesse de ses Caves". Oggigiorno la Maison Jacquesson & Fils è fiera di seguire le tracce dei suoi gloriosi fondatori e concentra i suoi sforzi su una produzione annuale di circa 250.000 bottiglie, con metodi di elaborazione non industriali, dedicati ai più alti standard di qualità. Questa antica ma piccola maison di Dizy, alle porte di Aے, sotto la guida saggia e ambiziosa dei fratelli Chiquet, è indubbiamente una delle grandi realtà della regione dello Champagne. Malgrado il successo, la produzione non è mai stata gonfiata, e gli approvvigionamenti di uve provengono essenzialmente dai vigneti di proprietà di 28 ettari, di cui 11 situati nella Côte de Blancs, ad Avize. Una vinificazione rigorosa, seguita da un invecchiamento ottimale, inducono a mettere sul mercato le cuvée millesimate in funzione della loro maturità anziché in ordine cronologico. Un dosage molto basso (tutti i millesimati sono elaborati come extra-brut) preserva la finezza e la purezza del vino. VINS DE TERROIRS, L'UNIONE RARA La Champagne si trova al limite settentrionale della coltura della vigna. Dizy e Ay sono a 49°04 di latitudine nord, Avize a 48°58 e la loro temperatura media annuale è di 10°C. Queste condizioni climatiche particolarmente rigide conferiscono in parte la tipicità ai suoi “terroirs” ed esigono un’attenzione estrema per poterne esprimere la ricchezza e la diversità. L’unione rara degli elementi naturali e il lavoro meticoloso fanno grandi i “terroirs”: poterne disporre è un grande privilegio ma non sarebbero nulla senza il lavoro dell’uomo. Inesistenti o scarse concimazioni, aratura del terreno, inerbimento, bassa carica di gemme: i nostri metodi colturali tradizionali frenano il vigore della vigna e mettono in evidenza la diversità delle singole parcelle (lieux-dits). E’ solamente in queste condizioni che il terreno si esprime, che il vino traduce l’influenza del minerale sul frutto, dove un “lieu-dit” rivela la sua singolare tipicità e conferisce personalità ai vini che ne derivano. Noi abbiamo distinto quattro di questi “lieux-dits”. L’imbottigliamento dei loro vini avviene solamente nelle grandi annate. Dizy, Corne Bautray, 1 ettaro di Chardonnay impiantato nel 1960. Il terreno, di origine alluvionale, presenta un tenore in calcare molto basso e una tessitura limo-argillosa ricca di pietre di fiume. Si appoggia sul gesso, spesso molto profondo, anche a più di due metri dalla superficie. Il lieu-dit Corne Bautray, orientato a sud-ovest, offre buone riserve idriche e minerali che hanno favorito il perfetto radicamento delle piante. Dizy, Terres Rouges, 1 ettaro e 33 are di Pinot Noir impiantato nel 1993. Il terreno, di colore bruno-rossastro, è calcareo e disposto su uno strato limoso e gessoso, è profondo e poco pietroso. Ben drenato e con buone riserve idriche, ha avuto bassissimi problemi di attecchimento delle viti. La parte nord-ovest del lieu-dit Terres Rouges, che contiene la parcella di proprietà, è situata nel versante pianeggiante del “coteau” ed è orientata ad est. Avize, Champ Caïn, 1 ettaro e 27 are di Chardonnay impiantato nel 1962. Il terreno, calcareo scuro, poco profondo, è di struttura argillo-sabbioso-limosa e ricco di ghiaia di gesso. ب una formazione tipica delle rocce calcaree friabili cosى come il gesso sul quale si posa. Il lieu-dit Champ Caïn, situato nella parte bassa del “coteau” e orientato a sud pieno, ha drenaggio ed esposizione perfetti. Ay, Vauzelle Terme, 30 are di Pinot Noir impiantato nel 1980. Il terreno, fortemente calcareo e mediamente argilloso, è formato principalmente da riporti alluvionali ricchi di pietre di fiume. Si appoggia su un substrato gessoso formato da piccoli blocchi di gesso in parte cementati tra loro. Il lieu-dit Vauzelle Terme dispone di discrete riserve idriche ed essendo orientato a sud pieno beneficia di un’esposizione ideale. CUVÉE n° 741 Extra Brut Cuvée n° 741 2013, uve vendemmiate nei comuni di Aÿ, Dizy, Hautvillers, Avize e Oiry: l’inverno è molto freddo e nevoso, la primavera e l’inizio estate continuano freddi e umidi, generando fenomeni di colatura e acinellatura e ritardando la fi oritura e la maturazione. Agosto e sett embre sono più caldi e più asciutt i permett endo così una vendemmia tardiva, ma molto bella. In particolare sono belli i pinot neri di Aÿ e Dizy e gli chardonnay di Avize. L’assemblaggio è completato da alcuni “vins de réserve”.
 
Dettagli

CHAMPAGNE
GRAND VIN EXTRA BRUT
CHARDONNAY - PINOT NOIR - PINOT MEUNIER
75 CL.
12,5°
Prezzo iva inclusa € 61,41  € 56,25


CHAMPAGNE DIZY 2009 TERRES ROUGES LIEUX DITS PREMIER CRU ASTUCCIATO JACQUESSON
 
Dal 1798 questa Maison porta il nome del suo fondatore. Fin dall'inizio il commercio fu prospero, grazie alla qualità dei vini elaborati. Lo Champagne Jacquesson fu il preferito da Napoleone, e nel 1810 l'Imperatore a seguito di una sua visita diede il più alto riconoscimento dell'epoca per un'impresa commerciale, una medaglia d'oro per "la Beauté et la Richesse de ses Caves". Oggigiorno la Maison Jacquesson & Fils è fiera di seguire le tracce dei suoi gloriosi fondatori e concentra i suoi sforzi su una produzione annuale di circa 350.000 bottiglie, con metodi di elaborazione non industriali, dedicati ai più alti standard di qualità. Questa antica ma piccola maison di Dizy, alle porte di Aÿ, sotto la guida saggia e ambiziosa dei fratelli Chiquet, è indubbiamente una delle grandi realtà della regione dello Champagne. Malgrado il successo, la produzione non è mai stata gonfiata, e gli approvvigionamenti di uve provengono essenzialmente dai vigneti di proprietà di 28 ettari, di cui 11 situati nella Côte de Blancs, ad Avize. Una vinificazione rigorosa, seguita da un invecchiamento ottimale, inducono a mettere sul mercato le cuvée millesimate in funzione della loro maturità anziché in ordine cronologico. Un dosage molto basso (tutti i millesimati sono elaborati come extra-brut) preserva la finezza e la purezza del vino. VINS DE TERROIRS, L'UNIONE RARA La Champagne si trova al limite settentrionale della coltura della vigna. Dizy e Ay sono a 49°04 di latitudine nord, Avize a 48°58 e la loro temperatura media annuale è di 10°C. Queste condizioni climatiche particolarmente rigide conferiscono in parte la tipicità ai suoi “terroirs” ed esigono un’attenzione estrema per poterne esprimere la ricchezza e la diversità. L’unione rara degli elementi naturali e il lavoro meticoloso fanno grandi i “terroirs”: poterne disporre è un grande privilegio ma non sarebbero nulla senza il lavoro dell’uomo. Inesistenti o scarse concimazioni, aratura del terreno, inerbimento, bassa carica di gemme: i nostri metodi colturali tradizionali frenano il vigore della vigna e mettono in evidenza la diversità delle singole parcelle (lieux-dits). E’ solamente in queste condizioni che il terreno si esprime, che il vino traduce l’influenza del minerale sul frutto, dove un “lieu-dit” rivela la sua singolare tipicità e conferisce personalità ai vini che ne derivano. Noi abbiamo distinto quattro di questi “lieux-dits”. L’imbottigliamento dei loro vini avviene solamente nelle grandi annate. Dizy, Corne Bautray, 1 ettaro di Chardonnay impiantato nel 1960. Il terreno, di origine alluvionale, presenta un tenore in calcare molto basso e una tessitura limo-argillosa ricca di pietre di fiume. Si appoggia sul gesso, spesso molto profondo, anche a più di due metri dalla superficie. Il lieu-dit Corne Bautray, orientato a sud-ovest, offre buone riserve idriche e minerali che hanno favorito il perfetto radicamento delle piante. Dizy, Terres Rouges, 1 ettaro e 33 are di Pinot Noir impiantato nel 1993. Il terreno, di colore bruno-rossastro, è calcareo e disposto su uno strato limoso e gessoso, è profondo e poco pietroso. Ben drenato e con buone riserve idriche, ha avuto bassissimi problemi di attecchimento delle viti. La parte nord-ovest del lieu-dit Terres Rouges, che contiene la parcella di proprietà, è situata nel versante pianeggiante del “coteau” ed è orientata ad est. Avize, Champ Caïn, 1 ettaro e 27 are di Chardonnay impiantato nel 1962. Il terreno, calcareo scuro, poco profondo, è di struttura argillo-sabbioso-limosa e ricco di ghiaia di gesso. È una formazione tipica delle rocce calcaree friabili così come il gesso sul quale si posa. Il lieu-dit Champ Caïn, situato nella parte bassa del “coteau” e orientato a sud pieno, ha drenaggio ed esposizione perfetti. Ay, Vauzelle Terme, 30 are di Pinot Noir impiantato nel 1980. Il terreno, fortemente calcareo e mediamente argilloso, è formato principalmente da riporti alluvionali ricchi di pietre di fiume. Si appoggia su un substrato gessoso formato da piccoli blocchi di gesso in parte cementati tra loro. Il lieu-dit Vauzelle Terme dispone di discrete riserve idriche ed essendo orientato a sud pieno beneficia di un’esposizione ideale. Lieux Dits - TERRES ROUGES ROSÉ Dizy 1er Cru 2008 Il “Lieu-dit” Terres Rouges si trova nella parte bassa di una collina nel Premier Cru Dizy, orientata ad est. “Terres Rouges” significa letteralmente “terre rosse” e ha preso il nome dal terreno argilloso-calcareo, di colore rossastro, profondo, poco ciottoloso, ben drenato e che beneficia di una buona riserva idrica. Il vigneto è composto da 11.500 viti di Pinot Nero piantate nel 1993 su una superficie di 1 ettaro e 35 are .
 
Dettagli

CHAMPAGNE
LIEUX-DITS (Vins de Terroirs)
PINOT NERO
2009
75 CL.
12,5°
Prezzo iva inclusa € 108,67  € 99,54





Inserisci chiave di ricerca

 
BIRRA AMBREE ST.THOMAS
FIANO DI AVELLINO 2008 DOCG ROMANO CLELIA COLLI DI LAPIO
BAROLO 2010 RISERVA VIGNOLO DOCG CAVALLOTTO BRICCO BOSCHIS
SPUMANTE FRANCIACORTA CUVEE PRESTIGE DOCG CA' DEL BOSCO
FIANO DI AVELLINO 2013 DOCG/DOP PICARIELLO
RON ZACAPA CENTENARIO 23 ANNI ETIQUETA NEGRA GRAN RESERVA SOLERA ASTUCCIATO
BRUNELLO DI MONTALCINO 2010 CASTELGIOCONDO DOCG MARCHESI DE' FRESCOBALDI

Inserisci chiave di ricerca

Nel caso un prezzo sia stato pubblicato per errore in maniera non corretta, GarofaloWine si riserva il diritto di rinunciare alla vendita.
I prezzi indicati in questo sito sono validi solo per gli acquisti effettuati on line mentre possono subire delle variazioni nel nostro Punto Vendita.

INFORMATIVA chiudi X
Gentile utente,
a seguito dell'entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo (UE) 2016/679 (c.d. GDPR) relativo alla privacy ed in considerazione dell'importanza che riconosciamo alla tutela dei tuoi dati personali, abbiamo provveduto ad aggiornare la nostra informativa privacy sulla base del principio della trasparenza e di tutti gli elementi richiesti dall'articolo 13 del GDPR (cliccando su chiudi accetti la nostra policy su privacy e cookies). L'informativa privacy è consultabile cliccando qui.